Accesso riservato

Profilo biografico: Idelmo Mercandino

Idelmo Mercandino M
25-08-1905, Pralungo  (VC), Italia
28-01-2003, Biella (BI), Italia
Idelmo Mercandino nacque il 25 agosto 1905 a Pralungo, iniziò a lavorare giovanissimo come meccanico e fu un attivo militante comunista. Il 4 febbraio 1928 fu arrestato per appartenenza al disciolto Pci, propaganda sovversiva e offese al capo del governo; deferito al Tribunale speciale fu condannato a due anni e tre mesi di reclusione, all'interdizione perpetua dai pubblici uffici e a tre anni di vigilanza speciale. Nel giugno 1931 emigrò in Francia e così denunciato per espatrio clandestino e iscritto nella "Rubrica di frontiera" per il fermo. Dopo aver frequentato la scuola di partito in Unione Sovietica, operò in Belgio e soprattutto in Francia compiendo molte missioni clandestine in Italia e una in Germania, durante il processo intentato dai nazisti contro il dirigente dell'Internazionale comunista Georgij Dimitrov.
Nel 1940 fu internato nel campo di Vernet, nell'Ariège per poi, dopo aver chiesto il rimpatrio, essere consegnato dalle autorità francesi alla polizia del valico di frontiera di Menton. Tradotto a Vercelli, fu condannato a due anni di confino e inviato a Ventotene (LT). Trattenuto come internato fu in seguito liberato nell'agosto del 1943 e, dopo l'armistizio, partecipò all'organizzazione della Resistenza nel Biellese. Successivamente operò nel Veneto come dirigente politico ed ispettore delle brigate "Garibaldi".
Nel dopoguerra fu segretario della Federazione comunista di Vicenza e membro della direzione della scuola di partito delle Frattocchie; nel 1956 lasciò l'attività di partito per fare ritorno nel biellese dove si impegnò all'interno del Comitato federale biellese del Pci, all'interno del comune di Pralungo e della Cgil nel sindacato provinciale dei pensionati biellesi e valsesiani.
Morì all'età di 97 anni, nel gennaio 2003, a Biella.


Fondi archivistici prodotti:

Mercandino Idelmo

Citazioni di o su Idelmo Mercandino in Monografia

Un ideale in cui sperar" Cinque storie di antifascisti biellesi e vercellesi, Piero Ambrosio (cur.), Isrsc Bi-Vc, 2002

Citazioni di o su Idelmo Mercandino in Articolo di periodico

Oggi l'ultimo saluto a Idelmo Mercandino in "La nuova provincia di Biella", a. X, n. 8, mercoledì 29 gennaio 2003

Relazioni con altri documenti e biografie


Silvia Mantellero
13/12/2016 13/12/2016
visualizza

Visualizza i contributi lasciati su questo documento

Come citare questa fonte. Mercandino, Idelmo  in Archos Biografie [IT BP1220]
Ultimo aggiornamento: venerdì 21/4/2017