Accesso riservato

Profilo biografico: Camillo  Renzi

Camillo Renzi M
01/04/1903, Mugnano del Cardinale  (AV), Italia
13/02/1945, Dachau, Germania
Coniugato
Primo di sette figli, nel 1925 Renzi si laurea in giurisprudenza presso l’università “Federico II” di Napoli. L’anno successivo diviene commissario di pubblica sicurezza e lavora a Genova, a Roma e infine a Torino, dove è assegnato, nel giugno 1928, al servizio di sicurezza della principessa Maria Josè di Savoia. Da quell’anno Renzi accompagnerà i principi nei loro vari spostamenti, in Italia e all’estero. Nel novembre 1932 è insignito del titolo di cavaliere dell’ordine della Corona d’Italia, nel 1940 ne diviene ufficiale. Nel dicembre del 1932 si iscrive al PNF, la cui tessera è obbligatoria per gli impiegati pubblici. Nel 1943 è al seguito della futura regina ad Aosta. Rifiutata l’offerta di riparare in Svizzera con Maria Josè, fa rientro a Napoli, ancora sede di titolarità del suo servizio. Da lì dovrebbe essere trasferito a Roma ma, ancora più incredibilmente, il ministero lo destina ad Aosta, dove fa rientro nel novembre 1943.
Ripreso servizio presso la questura, Renzi inizia presto a collaborare con la resistenza valdostana insieme alla moglie Franca Scaramellino, sposata nel 1933. Rimanendo in servizio e assumendo compiti di polizia giudiziaria, Renzi fornisce notizie alle formazioni e aiuta singoli partigiani. Scoperti, nell’agosto del 1944 Renzi e Scaramellino vengono arrestati, detenuti ad Aosta e poi nelle Carceri Nuove di Torino, e infine deportati. Renzi, dopo essere stato interrogato a Verona ed essere passato per Bolzano, è inviato a Dachau, dove arriva il 9 ottobre 1944 e probabilmente muore il 13 febbraio 1945 (alcune fonti lo danno in vita fino al 12 aprile di quell’anno). Per un periodo ha lavorato presso il campo di Haunstetten poi in quello di Pfersee-Augsburg.
La moglie Franca Scaramellino, internata a Ravensbruck, sopravvivrà, sebbene molto provata fisicamente e psicologicamente dall’esperienza del campo.
La questura di Aosta ha intitolato a Renzi, riconosciuto partigiano combattente caduto, l’ala riservata agli alloggi collettivi di servizio. La scuola elementare di Mugnano del Cardinale gli è stata dedicata nel 2002.
Inserimento e revisione redazionale della scheda biografica a cura di Barbara Berruti.

Citazioni di o su Camillo Renzi in Monografia

P. Momigliano Levi,  Renzi commissario eroe. Dalla corte dei Savoia ai lager nazisti. La vicenda di Camillo e Franca Renzi, S.l., A. Bascetta, 2003

Citazioni di o su Camillo Renzi in Articolo in sito web

Renzi Camillo in "http://www.cadutipolizia.it", "http://www.cadutipolizia.it/fonti/1943-1981/1945renzi.htm"
Camillo Renzi in "http://www.centrodorso.it", "http://www.centrodorso.it/camillo-renzi/"
Camillo Renzi biografia di un uomo giusto in "http://www.ideavision.it", "http://www.ideavision.it/notizie/il-personaggio/15687-camillo-renzi-biografia-di-un-uomo-giusto"

Relazioni con altri documenti e biografie


Isabella Insolvibile
03/02/2017 03/02/2017
visualizza

Visualizza i contributi lasciati su questo documento

Come citare questa fonte. Renzi, Camillo   in Archos Biografie [IT BP1255]
Ultimo aggiornamento: venerdì 21/4/2017