Accesso riservato

Profilo biografico: Vincenzo Ardu

Vincenzo Ardu M
06/10/1883, Busaschi (OR), Italia
17/04/1944, Mondovì (CN) Ufficiale di fanteria, prende parte da sottotenente – a Tempio Pausania, nella primavera del 1915 - alla formazione del 152. Reggimento, che con il 151. costituisce la Brigata Sassari; con esso combatte sul Carso (Trincea delle Frasche) e sul Piave. Nel 1943 ricopre il grado di colonnello e comanda il campo di concentramento di Garessio per ex ufficiali. Dopo l’armistizio, contravvenendo all’ordine dei tedeschi, libera tutti i prigionieri, compresi gli jugoslavi. Prende subito contatto con le formazioni partigiane autonome del comandante Mauri e risulta appartenere dal 1 ottobre 1944 alla IV Divisione Alpi, Brigata Val Casotto. Muore per malattia a Mondovì il 17 aprile 1944.
Alla stessa formazione appartiene anche il figlio Mario (nato a Trieste il 3 febbraio 1922, residente a Genova), tenente di Cavalleria, preso prigioniero in combattimento in Val Casotto è successivamente ucciso. Alla sua memoria è stata concessa la Medaglia d’Argento al Valore Militare con la seguante motivazione: Soldato fedele e valoroso, ancora convalescente da ferita riportata in combattimento, nei giorni dell’armistizio si dedicò con entusiasmo alla lotta di liberazione, distinguendosi come comandante e combattente in due azioni di guerra, mantenendo posizioni importanti in situazioni particolarmente difficili. Caduto in mani nemiche, venne barbaramente trucidato. Val Tanaro – Val Casotto – Val Bormida. Ottobre 1943 – 15 aprile 1944.
Padre e figlio sono sepolti nel Sacrario partigiano di Bastia Mondovì (CN). Uno dei nipoti di Vincenzo, Pietrino (Mogoro, OR, 1915 – Firenze 1999), sottotenente della Divisione paracadutisti Nembo di stanza in Sardegna nel settembre 1943, rifiuta di unirsi ai reparti che decidono di seguire i tedeschi in ritirata, entrando più tardi a far parte con il suo reparto del Corpo Italiano di Liberazione con il quale combatte in Italia centrale rimanendo per due volte ferito. Avrà dopo la guerra incarichi di comando nella Brigata paracadutisti Folgore.
Inserimento e revisione redazionale della scheda biografica a cura di Barbara Berruti.

Citazioni di o su Vincenzo Ardu in Monografia

Guerra di Liberazione 1943-1945. I caduti partigiani della provincia di Cuneo, a cura di Guido Argenta (cur.), sl [Cuneo], Istituto Storico della Resistenza in Cuneo e provincia; Provincia di Cuneo, 1989

Citazioni di o su Vincenzo Ardu in Articolo di periodico

Bebbo ARDU, Eroi da ricordare. In memoria di Vincenzo, Mario (nato a Tempio) e Piero Ardu. Una famiglia che ha dato tanto per la patria in "Almanacco gallurese", a. 2008, pp. pp. 248-24

Relazioni con altri documenti e biografie


Aldo Borghesi
08/02/2017 13/02/2017
visualizza

Visualizza i contributi lasciati su questo documento

Come citare questa fonte. Ardu, Vincenzo  in Archos Biografie [IT BP1292]
Ultimo aggiornamento: venerdì 21/4/2017