Accesso riservato

Profilo biografico: Roberto Ragosa

Roberto Ragosa M
18/04/1923, Biella (VC), Italia
Roberto Ragosa nasce a Biella (allora in provincia di Vercelli) il 18 aprile 1923. Durante la guerra è nel reparto motorizzato del Rgt. I Nizza Cavalleria. Dopo l'8 settembre entra in contatto con i partigiani: sorpreso per delazione mentre partecipa a una riunione clandestina di antifascisti, viene arrestato a Biella dalle SS il 7 dicembre 1943. Interrogato prima all'albergo Principe di Biella, viene trasferito alle Nuove di Torino e poi alla caserma dei Lupi di Toscana a Bergamo. Deportato da qui a metà marzo 1944 (trasporto Tibaldi n. 34) arriva a Mauthausen il 20 dello stesso mese, dove gli viene assegnato il numero di matricola 59086. Classificato come Schutzhäftlinge (prigioniero per motivi di sicurezza), dichiara il mestiere di elettrauto. È subito trasferito nei sottocampi di Gusen I e II. Qui viene liberato dagli americani ai primi di maggio 1945 e rientra a casa nel luglio seguente.


Citazioni di o su Roberto Ragosa in Articolo di periodico

Alberto Lovatto, Storie di deportati e deportazione in provincia di Vercelli. Testimonianze di Stefano Barbera, Antonio Bellina, Adriano Peretto, Roberto Ragosa, Mario Villa in "L'impegno", a. 5, n. 4, 1985, pp. 2-12
Adriana Revere, Enrico Revere, Emilia De Benedetti, I biellesi morti a Mauthausen furono assai più numerosi in "Il Biellese", 21 giugno 1988, [Testimonianza di R.Ragosa]

Citazioni di o su Roberto Ragosa in Articolo in sito web

Biografie dei deportati in "La deportazione dalla provincia di Vercelli", "http://www.storia900bivc.it/pagine/deportazione/biodeportati.html", [biografie tratte da Alberto Lovatto, Deportazione memoria comunità. Vercellesi, biellesi e valsesiani deportati nei Lager nazisti, Milano, Angeli; Torino, Consiglio regionale del Piemonte; Borgosesia, Isrsc Bi-Vc, 1998]

Relazioni con altri documenti e biografie


Serena Manfredi
19/09/2009 02/11/2010
visualizza

Visualizza i contributi lasciati su questo documento

Come citare questa fonte. Ragosa, Roberto  in Archos Biografie [IT BP377]