Accesso riservato

Profilo biografico: Tommasino  Michelotti

Tommasino Michelotti M
13/02/1924, Cafasse (TO), Italia
Tommasino Michelotti nasce il 13 febbraio 1924 a Cafasse. Appartiene a una famiglia numerosa. Suo padre lavora come postino e svolge attività agricola. All'età di 14 anni viene assunto come operaio nello stabilimento tessile Magnoni e Tedeschi. Successivamente, il 12 febbraio 1943 viene chiamato alle armi e entra a far parte della Marina come cannoniere puntatore. L'8 settembre lo coglie a La Spezia. Michelotti torna a casa, a Cafasse. Nel frattempo iniziano i primi rastrellamenti, che lo inducono a nascondersi nelle vallate circostanti e nella tenuta della Mandria a Venaria Reale. Il 27 aprile 1944 per puro caso viene fermato da militi della Rsi e in seguito portato nella piazza del municipio. Considerato disertore, è consegnato ai tedeschi. Prima condotto nelle Scuole comunali di Lanzo Torinese, in un secondo tempo spostato nelle casermette di Borgo San Paolo a Torino e, in seguito deportato nel campo di lavoro a Kahla, una cittadina in Turingia (arriva il 16 o 17 maggio del '44). Sulla medaglietta appesa al collo porta il numero di matricola 35 e sul braccio la fascia con la lettera "P", ("politico", Politisch). Lavora nella squadra addetta alla manutenzione del campo, nella distribuzione dei buoni pasto e nel trasporto dei cadaveri. Quasi a un anno dal suo arrivo, da uno degli interpreti del campo (Edoardo Robetto) viene a sapere del piano elaborato dai tedeschi riguardante l'eliminazione dei prigionieri, quindi decide di evadere dal campo il 2 aprile del 1945. Una volta evaso viene fatto prigioniero dall'esercito sovietico e portato in Polonia. Dopo un lungo viaggio, con l'aiuto di diversi mezzi, giunge a casa. Nel 1946 si sposa con Mariella Vottero. Dopo tre anni nasce la loro primogenita, Marina, e nel 1957 Claudia. Nell'immediato dopoguerra riprende il lavoro presso lo stabilimento Magnoni e Tedeschi, e successivamente lavorerà in proprio. Dopo la prigionia si manifestano alcuni problemi di salute, dovuti alle offese subite, che si protrarranno nel tempo.


Fondi archivistici prodotti:

Michelotti Tommasino

Citazioni di o su Tommasino Michelotti in Tesi

Victoria Musiolek, "Teniamo duro, un giorno finirà" La testimonianza di Tommasino Michelotti, Prof.ssa Mariarosa Masoero, Torino, Università degli studi di Torino, Facoltà di Lingue e Letterature Straniere, a.a. 2008/2009

Relazioni con altri documenti e biografie


Victoria Musiolek
15/02/2012 13/04/2012
visualizza

Visualizza i contributi lasciati su questo documento

Come citare questa fonte. Michelotti, Tommasino   in Archos Biografie [IT BP656]
Ultimo aggiornamento: venerdì 21/4/2017