Accesso riservato

Fondo: Centro di documentazione storico politica sullo stragismo (Cedost) [ ]

Posizione nella struttura d'archivio

L00/0031
Centro di documentazione storico politica sullo stragismo (Cedost)
Centro di documentazione storico politica sullo stragismo (Cedost)
Il Centro di documentazione storico politica sullo stragismo (Cedost) si costituì a Bologna l'8 febbraio 1996 per volontà dell'Istituto regionale Ferruccio Parri per la storia del movimento di liberazione e dell'età contemporanea in Emilia-Romagna e dell'Associazione tra i familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980, con il contributo della Regione Emilia-Romagna, del Comune di Bologna e della Provincia di Bologna. Secondo lo statuto il Centro si proponeva di «assicurare al patrimonio storico morale e civile della collettività nazionale la raccolta, la conservazione e l'approfondimento della documentazione relativa al fenomeno dello stragismo e alle organizzazioni terroristiche ed eversive che vi hanno fatto ricorso con gravi conseguenze sull'ordinato svolgersi della vita democratica» e di «dare impulso allo sviluppo della memoria storica generale promuovendo la conoscenza e lo studio del fenomeno nei suoi diversi aspetti, criminali, giudiziari, politici, economici, sociali e militari, nell'ambito della storia della Repubblica». Per raggiungere tali scopi il Centro svolse attività di ricerca, raccolta, classificazione, conservazione e analisi di qualsiasi materiale documentario utile per la comprensione dello stragismo e del terrorismo; promosse manifestazioni, convegni, esposizioni, pubblicazioni, e in genere qualsiasi iniziativa scientifica o divulgativa utile per approfondire o diffondere la conoscenza del fenomeno; patrocinò iniziative di altri enti o privati; mise a disposizione di chiunque vi avesse interesse la propria documentazione. Il fondo si compone della documentazione raccolta dal Centro nel corso della sua attività di ricerca, classificazione, conservazione e analisi del materiale utile per la comprensione dello stragismo e del terrorismo, e in particolare di: resoconti stenografici delle sedute e relazioni periodiche della Commissione parlamentare stragi, della Commissione Mitrokhin e del Comitato parlamentare di controllo sui servizi di sicurezza (Copaco); atti giudiziari concernenti procedimenti penali in materia di stragi, terrorismo, eversione, golpismo e omicidio; rassegna stampa sullo stragismo e sulle organizzazioni terroristiche ed eversive, nonchè su singoli fatti delittuosi, omicidi e manifestazioni; bibliografie e cataloghi di pubblicazioni inerenti gli interessi di ricerca del Centro.
Si compone inoltre della documentazione donata al Centro dall'avvocato dello Stato Fausto Baldi e dall'Associazione tra i familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980.
Nel 2013 il Cedost si è fuso con l'Istituto storico Parri Emilia-Romagna, l'Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nella provincia di Bologna "Luciano Bergonzini" (Isrebo) e il Laboratorio nazionale per la didattica della storia (Landis) nel nuovo Istituto per la storia e le memorie del Novecento Parri E-R.
1996-2007
359
Versamenti
2013 2013 Vincolato Fondo riservato. Necessaria richiesta preventiva di accesso.


http://www.cittadegliarchivi.it/pages/getDetail/idIUnit:1/archCode:ST0109

Relazioni con altri documenti e biografie


Pastore Luca 11/09/2015
11/09/2015
visualizza

Esplora livello

Come citare questa fonte. Centro di documentazione storico politica sullo stragismo (Cedost)  in Archivio Parri, fondo Centro di documentazione storico politica sullo stragismo (Cedost) [IT-L00-FO528]
Ultimo aggiornamento: mercoledì 30/1/2019