Accesso riservato

Fondo: Corinaldi Lia [ C FLC ]

C00/30500 C FLC
Corinaldi Lia
Corinaldi Lia
Versato da Lia Corinaldi in più riprese all'archivio dell'Istituto a partire dal 1979, il fondo raccoglie circa 8.000 carte, la maggior parte delle quali riguarda il periodo post resistenziale e una raccolta di stampa, clandestina e non, tra cui un'interessante collezione di stampa studentesca.
Lia Corinaldi (Torino, 1904-1989), laureata in filosofia nel 1929 con una tesi di laurea sul tema "Contributi alla critica del pensiero ebraico", iniziò l'insegnamento nel 1930. Radiata dalle scuole pubbliche nel 1938 in seguito alle leggi razziali, proseguì la propria attività presso il Liceo ebraico di Torino, fino alla sua forzata chiusura. Dal 1941 fu costretta alla clandestinità, ma continuò sotto falso nome l'insegnamento privato. Militante attiva nei Gruppi di difesa della donna, si iscrisse nel 1943 al Pci, di cui fu rappresentante nell'Organizzazione sanitaria clandestina e nel Cln scuola per il Piemonte. Dal 1945 riprese l'insegnamento a Torino. Responsabile della Commissione scuola della Federazione torinese del Pci e dirigente sindacale della scuola, fece parte del direttivo della Federazione comunista torinese. Responsabile regionale dell'Adssn e dell'Adesspi, fu tra i fondatori dell'Unione culturale di Torino, militante attiva del Centro popolare del libro del Cogidas e poi del Sindacato scuola Cgil.
Il materiale è stato organizzato in sette serie tematiche e, per la rilevanza delle carte resistenziali, è stato collocato nella prima sezione delle nuove accessioni dell'archivio. Il fondo è stato ordinato e descritto da Luciana Ramella.
1944-1980
25 7 118
Versamenti
1979 1998 Accessibile Versato da Lia Corinaldi in più riprese all'archivio dell'Istituto a partire dal 1979



Relazioni con altri documenti e biografie


Adduci Valeria 08/06/1998
D'Arrigo Andrea 21/05/2008
visualizza

Esplora livello

Come citare questa fonte. Corinaldi Lia  in Archivio Istoreto, fondo Corinaldi Lia [IT-C00-FO81]
Ultimo aggiornamento: mercoledì 30/1/2019